Berlino: una città da scoprire




Ciao a tutti! :)

Il post di oggi è ancora una volta dedicato alla fotografia, ma non solo: l’argomento è anche incentrato sui viaggi. Nello specifico, voglio parlarvi di Berlino: una città affascinante, ricca di sfumature. Conosco abbastanza bene questa città per una serie di ragioni: in primis, nel gennaio 2012 ci sono stato; in secondo luogo, la mia tesi di laurea triennale (quella di cui vi ho parlato in uno dei primi post era la tesi magistrale) ha come tema la storia di Berlino (probabilmente dedicherò un post anche a questa piccola ricerca che ho fatto).

Ma oggi voglio parlarvi di Berlino più da turista (e da fotografo dilettante) che da architetto. Ho fatto una piccola raccolta delle migliori foto tra quelle che scattato durante il mio soggiorno (sono esattamente 1.186… lo so, sono fuori di testa!) e anche in questo caso voglio mostrarvi come ho visto la città tramite la mia macchina fotografica. Potrei partire dandovi dei consigli sui posti e i momenti migliori in cui scattare le vostre foto-ricordo! Ecco qui alcuni suggerimenti:

1) Sicuramente la Porta di Brandeburgo, il simbolo di Berlino, è bella sia di giorno che di notte. Tuttavia, vi consiglio di fotografarla di sera per una serie di motivi: ci sono meno persone che affollano la piazza (a meno che non vi piacciano le foto con molte persone), e inoltre l’illuminazione artificiale valorizza molto il monumento, rendendolo un soggetto facile da fotografare. Se vi attrezzate con un treppiede, la foto sicuramente verrà bene!

2) Potsdamerplatz è sicuramente un altro dei posti più suggestivi da fotografare la sera. La copertura della piazza è illuminata e i grattacieli in acciaio e vetro che la circondano restano illuminati tutta la notte. 

3) La bella piazza Gendarmenmarkt ben si adatta sia alle foto pomeridiane che a quelle serali. Di giorno è ben illuminata e gli spazi sono ampi: non è difficile fare inquadrature ben fatte. Di sera vale lo stesso, l’illuminazione artificiale interessa tutti e tre i palazzi storici (le due chiese gemelle e il Konzerthaus) e garantisce la buona riuscita delle vostre foto (se vi attrezzate bene!)

4)Un altro posto che vi consiglio di fotografare sono i tre centri commerciali collegati l’uno con l’altro presenti su Friedrichstrasse: Quartirer 205, 206 e 207. Architettonicamente sono molto diversi (uno curvo in acciaio e vetro, l’altro con forme geometriche molto rigide, l’altro ancora con diversi colori e materiali). Sono belli sia all’interno (specialmente Quartier 206) che all’esterno. Quartier 206, in particolare, è illuminato di notte, con luci che variano dal giallo al rosa.

5) Il duomo di Berlino e la Museuminsel non sono particolarmente illuminati di notte, vi consiglio quindi di fotografarli di giorno, se vi piacciono questi edifici.

6) Dal Palazzo del Reichstag si gode una vista su Berlino unica. Vi consiglio di andarci di giorno, ma probabilmente anche di sera è bellissimo. Vi consiglio di andarci con la luce del sole perché non credo proprio che lascino qualcuno entrare con il treppiede per scattare foto notturne! La sicurezza è molto rigida. Così come anche il vento che c'è sulla terrazza. Brr!!

7) Il memoriale per i caduti della Shoah si presta meglio a foto diurne. E’ un luogo molto buio di per sé, di notte lo è ancora di più (ma è più suggestivo addentrarsi tra le stele di cemento di sera).

Qui sotto trovate invece la mia piccola personale galleria fotografica. Spero vi piaccia e vi incuriosisca a visitare la città! :)




Ho anche pensato di realizzare una mini guida turistica sulle 10 cose da visitare a Berlino. Spero possa essere utile per accrescere il vostro interesse verso questa città, che io ho trovato davvero affascinante! 
Ecco qui il mio video:





Che sia di giorno o di notte, Berlino resta una città fantastica. Una città ferita che ha conosciuto anni di buio e sofferenza, ma che ha saputo rialzarsi. Una città che adesso brilla di una nuova luce e che ogni giorno che passa, splende sempre di più. Berlino non affascina solo per le sue opere d'arte o per i suoi grattacieli: è il simbolo della rinascita. Testimonia come, nonostante le difficoltà, ci si possa sempre prendere una rinvicita e tornare più in forma di prima. E poi c'è il famoso detto che recita: "ciò che non ti uccide, ti fortifica".
Berlino ne è la prova tangibile.
Andrea


PS: Il prossimo post sarà dedicato a ciò di cui mi occupo: Interior Design! Quindi… Stay tuned! :)

0 commenti:

Posta un commento

 

Visualizzazioni totali

Si è verificato un errore nel gadget

Facebook

Seguimi su Instagram!

Google+ Followers